header blog
logot

BLOG

13/01/2017, 13:13



5-Consigli-per-Posizionare-al-Meglio-il-Tuo-Sito-sui-Motori-di-Ricerca


 Come posizionare al meglio il tuo sito web nel 2017. Cinque utili consigli che non dovresti perderti!



Oggi vi diamo alcuni consigli utili per poter posizionare al meglio i vostri siti.


Crea pagine che diano risposte chiare agli intenti degli utenti

Chi dice che le parole chiavi non siano più importanti nelle ottimizzazioni SEO dice una bugia! Ottimizzare un sito utilizzando le parole giuste rimane ancora oggi una priorità nell’ottimizzazione di un sito per motori di ricerca. Ricordate che Google associa semanticamente le ricerche quindi è bene utilizzare nello stesso testo anche variazioni che ruotano allo stesso intento di ricerca ("rottamazione auto", "rottamare un auto", "come rottamare la mia auto"),
Non vi accontentate però di obiettivi di vanità: essere posizionati su chiavi che non sono ricercate da nessuno, può essere soddisfacente solo per voi... mentre gli utenti stanno cercando altro.
Per questo motivo utilizzate strumenti come Adwords Keyword Planner per cercare le parole o le frasi che i vostri utenti possono utilizzare nei loro intenti di ricerca. Non vi limitate alle ricerche "dirette" (ad esempio commercialista Milano), ma cercate di analizzare anche argomenti che i vostri utenti possono voler analizzare o ambiti vicini(ad esempio scadenza pagamento TARI).

(Alcuni) Tag Meta sono importanti

Mentre i Keywords Tag sono già stati abbandonati da tempo dai motore di ricerca, la meta description non giova direttamente al posizionamento, ma indirettamente può influenzarlo.
In che modo? È semplice: l’anteprima del sito con titolo+descrizione che compare su Google quando si effettua la tua ricerca sul motore è determinante. L’utente finale, in base a quella descrizione decide se il risultato su cui fare clic è più o meno pertinente, grazie ad esempio a una accoppiata title+description ben scritta e accattivante.
Google, attraverso la "Google Dance", determina a parità di posizione quali siano i risultati che ottengono più clic, e quindi con title/description più pertinenti facendo scalare le posizioni delle anteprime migliori. Le dimensioni ottimali per il tag description si aggira intorno ai 150-160 caratteri.
Il title tag risulta invece essere un metatag ancora molto rilevante nelle ricerche e la sua dimensione ottimale, prima di essere troncato,  è intorno ai 50-60 caratteri.

I link, in pieno 2017, giocano il loro ruolo!

Ottenere backlink (ossia link da siti esterni al vostro sito) è ancora un’attività proficua per scalare le posizioni su Google.
Vi consigliamo di lavorare sui vostri backlink, guadagnando menzioni e link di qualità, facendo molta attenzione a pratiche di "Black Hat" SEO (ossia dei trucchetti o scorciatoie) che possono portare a penalizzazioni anche pesanti.
Tra le tante pratiche è quella dello scambio link, per cui magari siti che non hanno nessuna rilevanza o attinenza tra di loro si linkano per provare a "fregare" Google.
Altra pratica da tenere sotto controllo è quella dell’utilizzo indiscriminato di directory dove inserire il proprio sito. Le directory sono siti ideati per aggregare altri siti, per poter fornire una sorta di elenco settoriale, aiutando il navigatore web a trovare con più facilità determinati contenuti/attività verticali. 
Alcune di queste directory sono considerate di qualità, spesso perché non forniscono solo elenco di link, ma anche contenuti utili. Altri sono dei veri e propri scheletri di link, che danno ben poco valore all’utente.
Una pratica da tenere in considerazione per posizionare il vostro sito, anche questa con le dovute limitazioni, è quella dei guest post: richiedere a blogger o siti affini al vostro di poter scrivere un articolo sul loro sito, arricchendolo di contenuti, e in cambio mettere un link (possibilmente senza l’attributo no-follow che ne limiterebbe la funzionalità) che riporta al vostro sito.

La navigazione è mobile

Avere un sito ben scritto e ottimizzato per i dispositivi mobili è una condizione fondamentale per non perdere posizioni nelle ricerche mobili
I dati parlano chiaro, le ricerche sono sempre più orientate alla navigazione in mobilità: solo negli Stati Uniti, ad esempio, più del 50% delle ricerche è effettuata tramite un dispositivo mobile.
Tantissimi sono gli esempi di business che hanno tratto giovamento dall’ottimizzazione mobile: bisogna seguire le linee guide stabilite da Google e farsi aiutare da strumenti come Webmaster Tool che segnalano i difetti sulla visualizzazione mobile.
Abbiamo esperienze di nostri clienti, che dopo aver risolto degli errori sulla versione mobile hanno assistito a incrementi rilevanti nel traffico mobile, grazie al posizionamento: parliamo di valori superiori al 60%!

Content is king (e forse anche queen)

I contenuti rimangono al primo posto per importanza. Oltre a immaginare intenti, parole chiave, metatag e backlink non  smettete mai di pensare al vostro pubblico.
I contenuti devono essere interessanti per la vostra audience, non una mix disordinato di parole chiave. 
Riuscire a tenere incollati i vostri utenti ai monitor all’interno del vostro sito rimane dunque il vostro obiettivo primario.
Non dimenticate di essere costanti nella produzione dei vostri articoli e vedrete che gli sforzi saranno premiati!

Siete pronti a migliorare e posizionare bene i vostri siti sui motori di ricerca? :)


1
Top 10 News
Newsletter
Archivio

Vuoi Diventare Testimonial Flazio?
Inviaci i tuoi dati e i nostri designer valuteranno il tuo sito!
Ultimi articoli

5 Consigli per Posizionare al Meglio il Tuo Sito sui Motori di Ricerca

13/01/2017, 13:13

5-Consigli-per-Posizionare-al-Meglio-il-Tuo-Sito-sui-Motori-di-Ricerca

Come posizionare al meglio il tuo sito web nel 2017. Cinque utili consigli che non dovresti perderti!

logofoter