header blog
logot

BLOG

17/09/2015, 17:03

twitter; flazio; consigli; marketing;



Le-7-cose-da-fare-su-Twitter-se-sei-un-brand


 Twitter è uno strumento molto utile per creare conversazioni e dirigere gli utenti all’interno del tuo sito.



Con l’avvento dei Social Network, il concetto di Marketing sembra aver preso una nuova direzione. Se fino a poco tempo fa le strategie di vendita erano riservate alle grosse aziende e sfruttavano principalmente canali di massa come la televisione, a seguito di ingenti investimenti, oggi il Marketing ha subito una rapida evoluzione, mettendo a disposizione di aziende con minori disponibilità di budget alcuni mezzi molto importanti e potenti. Mezzi che hanno permesso di pianificare vere e proprie strategie di Social Media Marketing.

Avere un profilo Twitter, noto Social Network nato nel 2006, non significa essere un guru dei social, ma è un ottimo metodo per conversare, creare discussioni e rintracciare le ultime novità dei settori di interesse, senza dimenticare la possibilità di sapere cosa la gente dice di noi.
Per numerose aziende il cosiddetto " Twitter Marketing" è divenuto un vero e proprio strumento di business. Significa far crescere il proprio network professionale e individuare dei nuovi potenziali clienti. 
Ma chi possiede un brand deve seguire alcune importanti  regole per mettere in atto una strategia di successo. 

Ecco i 7 passi che ti consigliamo di seguire!

1. CREARE IL PROFILO DELLA TUA AZIENDA 

Il primo step è quello di creare il proprio profilo. 
Il tuo profilo mostra al mondo chi sei ed è il primo punto di contatto con il cliente. Fondamentale, quindi, l’inserimento di una foto, la biografia e un Tweet di presentazione, tutti elementi che devono riflettere l’identità della tua azienda.
•Il tuo nome utente deve contenere almeno 15 caratteri ed essere rappresentativo della tua azienda.
•La foto del profilo deve caratterizzare in modo visivo la tua azienda. Ti consigliamo di scegliere un’immagine che sia riconoscibile a prima vista, poiché sarà presente su ogni tweet che pubblicherai.
Bio: devi raccontare la storia della tua azienda in modo chiaro e conciso. Avrai a disposizione 160 caratteri per dare ai tuoi followers informazioni utili quali orario di apertura/chiusura e l’ubicazione dell’azienda.
Url: includi un link che riporta al tuo sito in modo tale che i tuoi followers possano trovare facilmente la tua pagina web.
Immagine di copertina: metti in evidenza la tua azienda con un’immagine di grandi dimensioni. La dimensione consigliata è 1500x500 pixel.  

2. IMPOSTARE UNA STRATEGIA DI MARKETING

Identifica che tipo di strategia social vuole portare avanti la tua azienda:
• Accrescere il traffico Web.
•Incrementare le vendite dei prodotti/servizi.
• Creare brand awareness (ovvero aumentare la riconoscibilità della tua azienda/marchio). 

3. COSTRUIRE UNA RETE DI RELAZIONI 

Ti consigliamo di cominciare "spiando" come si comportano le aziende concorrenti: cosa pubblicano? Come interagiscono con gli utenti? Quali utenti seguono (i following)?
Fatto questo, potresti iniziare seguendo profili di persone che possono essere interessanti per il tuo business.
Puoi cominciare a postare ad esempio dei link ad articoli che i tuoi contatti possano trovare interessanti.
Utilizza il Retweet, ossia rilancia i tweet più interessanti degli utenti ai quali sei più interessato, in modo tale da poter interagire con i tuoi clienti. 
Ricorda che un Retweet potrebbe essere l’anticamera di un follow-back: potresti essere seguito a tua volta dal tuo utente target.

4. LEGGI COSA DICONO I TUOI UTENTI

Con Twitter è facile monitorare quello che gli utenti dicono sulla tua azienda o prodotti. Puoi tenerti sempre aggiornato, tenendo sotto controllo i messaggi e ricorda: ogni opinione è importante. In questo potrai ottenere dei vantaggi sfruttando le recensioni dei clienti così da migliorare il tuo servizio/prodotto. 

5 ATTENZIONE AI CLIENTI

Cerca di fare attenzione ai tuoi follower rispondendo alle loro domande o stimolandoli con tweet. In questo modo sarai in grado, successivamente, di conoscere le richieste più interessanti dei tuoi clienti ed eventualmente creare nuove promozioni su misura per loro.

6 TIPOLOGIA DI POST DA SCRIVERE

Se hai un’azienda che vende prodotti/servizi oltre alle informazioni e alle promozioni, puoi spaziare offrendo anche dei consigli di vita quotidiana, sondaggi, passando per la pubblicazione di foto creative o d’ispirazione, citazioni o augurando buon week-end o inizio settimana. 

7 QUANDO POSTARE 

È importante sapere quando i tuoi follower sono online in modo che l’invio dei Tweet sia più efficace. Esistono, infatti, degli strumenti che ti permettono di capire quale sia il momento più opportuno per postare i propri Tweet come SocialBro e Tweriod.
Conoscere queste informazioni è molto utile perché permette di postare quando il maggior numero di utenti è on line, massimizzando il ritorno del singolo tweet sia in termini di visibilità che in quelli di conversione.
Non esiste una quantità giusta o sbagliata di tweet giornalieri da produrre, però per la natura stessa di Twitter, che di base non filtra quali tweet vedere (a meno che non sia l’utente stesso a filtrare tramite liste), è sempre bene cominciare con almeno 1-2 tweet giornalieri e man mano crescere in base alla disponibilità temporale e tararsi in base ai risultati ottenuti. Per la velocità che ha Twitter più si twitta, più visibilità si ha.

Attenzione, però! Tra la quantità e la qualità ti consigliamo sempre di prediligere la seconda. I tuoi follower ringrazieranno!


1
Top 10 News
Newsletter
Archivio

Ultimi articoli

Le 7 cose da fare su Twitter se sei un brand

17/09/2015, 17:03

Le-7-cose-da-fare-su-Twitter-se-sei-un-brand

Twitter è uno strumento molto utile per creare conversazioni e dirigere gli utenti all’interno del tuo sito.

logofoter