header blog

BLOG

logot
logofoter
Newsletter
Archivio

Top 10 News

Home Page: 5 trucchi per migliorarla

16/02/2015, 12:21

Home-Page:-5-trucchi-per-migliorarla

L’homepage del tuo sito web racconta chi sei e cosa fai: quasi sempre è la pagina più visitata dagli utenti, come puoi verificare utilizzando Google Analytics o la sezione statistiche di FLAZIO. Ti suggeriamo 5 trucchi per migliorarla...

Ultimi articoli
16/02/2015, 12:21

homepage, sito, sito web



Home-Page:-5-trucchi-per-migliorarla


 L’homepage del tuo sito web racconta chi sei e cosa fai: quasi sempre è la pagina più visitata dagli utenti, come puoi verificare utilizzando Google Analytics o la sezione statistiche di FLAZIO. Ti suggeriamo 5 trucchi per migliorarla...



L’homepage del tuo sito web racconta chi sei e cosa fai: quasi sempre è la pagina più visitata dagli utenti, come puoi verificare tu stesso utilizzando Google Analytics o accedendo alla sezione statistiche di FLAZIO. 

In questo articolo ti suggeriamo 5 trucchi per migliorare l’homepage del tuo sito web

1. Titolo: usa una parola chiave


Il primo elemento su cui lavorare è il titolo della homepage: deve riuscire a far capire in meno di 30 secondi cosa offre il tuo sito web

Assicurati di non aver dato priorità ad aspetti estetici e poco funzionali: il tempo che il visitatore è disposto a dedicarti prima di rimbalzare su altri siti web è scarso. Lo stesso vale per i motori di ricerca che nel processare le pagine web si limitano a leggere le prime righe e hanno bisogno di capire subito qual è l’argomento di cui si parla. 

Cosa fare: usa una parola chiave nell’intestazione della homepage e aggiungi due o tre vantaggi legati alla tua offerta. Per avere un’idea, dai uno sguardo alla homepage di FLAZIO e al testo della headline: “creare un sito web è gratis, facile e veloce!”

2. Immagini: mostra il tuo prodotto o servizio


Anche in questo caso si tratta di migliorare l’efficacia della pagina home attraverso la chiarezza delle informazioni, aggiungendo un elemento di identità: le immagini, appunto, che dovranno rendere riconoscibile la tua offerta e i suoi benefici. 

Cosa fare: dai uno sguardo alle immagini, facendo finta che il testo non ci sia. Chiediti se da sole riuscirebbero a comunicare l’oggetto o scopo della tua attività. Se la risposta è no, sostituiscile con immagini che mostrano il tuo prodotto o servizio.

3. Call to Action: genera un contatto


Come abbiamo detto l’homepage è la pagina più vista dagli utenti ed è la prima a essere processata dai motori di ricerca, per questo è importante progettarla in funzione dell’obiettivo di ogni sito: generare da una semplice visita un interesso o contatto. 

Per ottenere questo tipo di risposta usa le call to action – frasi che iniziano sempre con un verbo e che invitano l’utente a compiere una determinata azione: “Acquista”; “Iscriviti alla newsletter”; “Compila il form”, “Leggi qui”, ecc. 

Cosa fare: verifica la presenza di call to action nella pagina home del tuo sito. Se mancano aggiungile, ma senza esagerare (da una, a un massimo di tre). Assicurati poi che siano ben posizionate e visibili. Puoi prendere spunto dalla homepage di FLAZIO dove la call to action “inizia subito, è gratis!” segue immediatamente l’intestazione e ha l’obiettivo di favorire l’accesso del visitatore alla piattaforma, per cominciare a scoprirla e a utilizzarla. 

4. Testimonianze: portale sulla homepage


Un modo per aumentare la fiducia dei tuoi potenziali clienti è quello di ricorrere alle testimonianze dei clienti soddisfatti. Quasi sempre, commenti e opinioni positive vengono raccolte su una pagina del sito dedicata, in modo da essere visualizzabili dall’utente che sceglie di aprire quel contenuto. 
E se ciò non accadesse? 

Cosa fare: per non perdere ciò che in psicologia si chiama “riprova sociale” ovvero la tendenza a ritenere maggiormente valida una scelta se effettuata da altri, aggiungi sulla homepage due o tre testimonianze e il collegamento a una pagina di approfondimento. Oppure, se hai un ottimo seguito, puoi dire con i numeri quanti hanno già scelto il tuo prodotto o servizio. 

Una pratica di questo tipo è usata da portali online di scambio casa tra viaggiatori, poiché per chi si accosta per la prima volta a questo modo alternativo di viaggiare può essere molto utile il parere di chi ha già provato l’ esperienza o leggere i dati relativi alla diffusione del fenomeno. 

5. Collegamenti esterni: spostali nel footer


Un’ultima azione da compiere per migliorare la homepage del sito riguarda i pulsanti di collegamento a pagine esterne o ai social network.

I pulsanti social sono molto importanti promuovere l’acquisizione di nuovi fan e generare conversazioni. Tuttavia, cliccando sulle icone Facebook, Twitter o Pinterest i visitatori si ritroveranno su altri siti e potrebbero decidere di non tornare.

Cosa fare: per evitare che chi arriva sul sito lo abbandoni quasi subito, posiziona i pulsanti social e quelli che rinviano a pagine esterne in fondo alla homepage, nel footer. In alternativa, puoi personalizzare questi pulsanti con un colore poco evidente o usare l’effetto trasparenza, mostrandone la versione colorata solo al passaggio del mouse. 


Se le indicazioni di questo post sono state utili vuol dire che c’è ancora qualcosa da migliorare nella homepage del tuo sito web! 

Con FLAZIO puoi farlo velocemente: puoi spostare gli elementi con il mouse, personalizzarli come vuoi e modificare testi e immagini in pochi clic.
Accedi ora!


1