header blog
logot

BLOG

17/04/2014, 12:26

seo, web marketing, copywriting, valentina falcinelli, yummy writing



Un-Sito-di-Successo-#2---Intervista-a-Valentina-Falcinelli


 Un Sito di Successo intervistiamo questa settimana Valentina Falcinelli. Una "copywriter multitasking in tiratura limitata di un solo esemplare", Valentina è esperta di scrittura e di tecniche per ren



Per Un Sito di Successo intervistiamo questa settimana Valentina Falcinelli
Una "copywriter multitasking in tiratura limitata di un solo esemplare", Valentina è esperta di scrittura e di tecniche per rendere più "gustosa" la comunicazione in rete.

Ciao Valentina, benvenuta! Entriamo subito nel vivo. Il copywriting perfetto per un sito di successo esiste? Quali sono le 5 regole d’oro? 

Il copywriting perfetto sempre e comunque non esiste. Esiste il miglior testo possibile per un determinato cliente, che ha un determinato target e che opera in un determinato settore. Questa la doverosa premessa.
Più che di regole, quindi, preferisco parlare di best practice. Eccole:
1)conosci il prodotto e cerca di comunicare subito, nell’headline, la sua value proposition; 
2)tieni alta l’attenzione del lettore. Distribuisci i plus all’interno del testo; 
3)ricordati delle CTA. Le call to action sono l’energia dei tuoi testi; inseriscine sempre una in chiusura: le persone sono più propense a compiere un’azione se richiedi loro di farlo; 
4)mescola informazioni e intrattenimento: un buon testo, oltre a informare, sa anche divertire; 
5)non dimenticarti della forma. Oltre al contenuto, cura la leggibilità, lo stile e le immagini presenti nei tuoi testi. 

Quali, invece, le cose che contraddistinguono un copy fatto male? 

Soprattutto sul web, un copywriting fatto male è uno scritto pensando a Google e non al lettore. È un testo denso di parole chiave, che non riesce a comunicare i benefici del prodotto/servizio, che non sa tenere alta l’attenzione del lettore, che sa troppo di marketing e che, per questi e altri motivi, non lo converte in cliente. 

Come il copy del proprio sito aiuta per la SEO? Una strategia di content marketing parte dai testi della propria pagina web? Aiutaci a capire come partire con il piede giusto.

I testi di un sito sono fondamentali per partire bene a livello di SEO. Un testo SEO oriented, come dicevo prima, non è un testo farcito all’inverosimile di parole chiave; è, invece, completo, dà peso al contesto (che piace tanto a Google) ed è curato dal punto di vista semantico. Presenta heading tag, tag alt nelle immagini ed è ricco d’informazioni nuove, fresche, originali. 

Sicuramente il sito è il punto di partenza per una strategia di content marketing ma, per l’appunto, è solo il punto di partenza. È condizione necessaria, ma non sufficiente, per presidiare i motori di ricerca. Se si vuole lavorare al meglio non bisogna mai accontentarsi. Occorre lavorare con sinergia su più fronti: aprire una pagina di Google+ (magari local, per chi lavora molto sul territorio), essere presenti sui social senza perdere di vista la stickiness (ossia ciò che aiuta a mantenere i propri visitatori "incollati" al proprio sito web), avere un’ottima customer care, curare un blog con contenuti davvero utili, lavorare per aiutare le persone senza la smania di promuovere il brand. La nuova frontiera del content marketing, infatti, è l’ascolto: siamo passati dal marketing push a quello pull. I veri protagonisti di tutto quello che un brand – e quindi il team che lo segue – fa sono i consumatori, non il brand stesso.  

La scelta delle parole chiave per un copy d’effetto. Quali sono i passi da seguire per l’utente più inesperto? 

Un copy d’effetto non è incentrato sulle parole chiave; a ogni modo, per trovare quelle giuste, un utente alle prime armi può aiutarsi con strumenti free come il suggeritore automatico di Google (basta digitare una parola inerente il proprio settore per trovare le query più ricercate sul motore) o Übersuggest.  

Quanto aiuta seguire un corso su copywriting e SEO? 

La formazione è fondamentale: sia per chi è alle prime armi, sia per chi già lavora ma ha bisogno di essere aggiornato. Detto ciò, io stessa seguo dei corsi per stare sempre sul pezzo e tutto quello che imparo cerco, a mia volta, di trasferirlo agli altri.

Con Yummy Writing, noi di Pennamontata diamo ai corsisti tanta pratica: perché è ciò che aiuta davvero a capire come lavorare. Il grande maestro Bruno Munari, prendendo in prestito un antico adagio, diceva spesso: “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”. Questa è anche la nostra filosofia. Durante i workshop Yummy Writing le esercitazioni non mancano mai. Anzi, sono la parte predominante delle lezioni.
A tal proposito colgo l’occasione per parlare dei prossimi corsi in programma: Yummy Challenge e Yummy Graphic. 

Yummy Challenge nasce per mettersi alla prova in una sfida: lavorare in gruppo per realizzare un (finto) progetto di comunicazione per un (finto) cliente. I docenti insegneranno, tra le tante cose, a impostare la strategia, i KPI, a calcolare il ROI, a gestire la crisi.

Yummy Graphic, invece, è pensato per quei copywriter o social media manager che hanno voglia di dare una marcia in più al proprio lavoro. Insegneremo a realizzare grafiche per blog post e social post. Anche qui, inutile dirlo, tanta tanta pratica. 

Quale strategia utilizzeresti per sviluppare il messaggio della prossima campagna Flazio? 

Proverei con una campagna teaser crossmediale, che parta dal blog per coprire i canali social Flazio. Alle persone piace essere incuriosite e, con la giusta idea e il giusto copy, i risultati arrivano.


1
Top 10 News
Newsletter
Archivio

Ultimi articoli

Un Sito di Successo #2 - Intervista a Valentina Falcinelli

17/04/2014, 12:26

Un-Sito-di-Successo-#2---Intervista-a-Valentina-Falcinelli

Un Sito di Successo intervistiamo questa settimana Valentina Falcinelli. Una "copywriter multitasking in tiratura limitata di un solo esemplare", Valentina è esperta di scrittura e di tecniche per ren

logofoter